Gruppo di nisseni appassionati di X-Files in sit-in davanti alla nuova scultura di Salita Matteotti: “aspettiamo che si apra per essere i primi ad accogliere gli alieni sulla Terra”

Situazione tesa in centro storico dove un gruppo di cittadini appassionati di serie TV di fantascienza si è accampato nei pressi del “serpentone”, l’elemento scenografico in ferro installato in Salita Matteotti, scambiandolo, probabilmente, per un velivolo extraterrestre.

A nulla sono valsi i tentativi delle Forze dell’Ordine di dissuaderli, secondo un portavoce del gruppo, dalla parte posteriore del serpentone presto si aprirà un portello al momento invisibile dal quale sbarcheranno presumibilmente degli alieni, in visita sul nostro pianeta.

Il perché debbano aver snobbato il collaudato Roswell o altre location più attrezzate nel mondo per preferire Caltanissetta non è chiaro, secondo gli “esperti” l’Area 51 (Nevada) sarebbe diventata uno scalo extraterrestre troppo affollato e questo genere di nuovi velivoli avrebbe bisogno di speciali strutture di atterraggio.

Nel caso specifico la nuova opera realizzata in Salita Matteotti sarebbe stata scelta perchè perfettamente compatibile con il velivolo a serpente.

Mentre scriviamo il gruppo è ancora in sit-in e non accenna a spostarsi: «vogliamo essere i primi ad accogliere i visitatori sul nostro pianeta… pace! – ha dichiarato Michele Marte, responsabile comunicazione dell’A.N.E.E. (Associazione Nisseni Esperti di Extraterrestri) – e magari nni dunanu un passaggio su Saturno, ca capaci ca dducu u sabatu c’è quarchi ccosa di fari »

The following two tabs change content below.
Shermann Klump

Shermann Klump

I'm CEO, bitch!
Appassionato ed esperto di rotatorie, manti stradali, parcheggi ad minchiam e nissenità in genere. Da sempre scrive, prevalentemente, in cronaca e attualità. E' uno dei due fondatori de ilmattonisseno.it.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *