Real Maestranza e tradizione: il Sindaco concede al Capitano il potere di grazia pasquale

Il Sindaco di Caltanissetta, famoso per la sua indole innovatrice 3.0, stavolta attua un cambio di rotta in merito ai riti durante i festeggiamenti pasquali.

Ha infatti rispolverato i valori tradizionali legati alla figura illustre del Capitano della Real Maestranza, tra cui il privilegio della Grazia Pasquale che consiste nel poter liberare un condannato a sua scelta.

La notizia ha destato ovviamente tanto scalpore negli ambienti legali ma, come al solito, il Sindaco ha saputo cogliere il sentimento della cittadinanza che si è schierata al suo fianco osannandolo a salvatore della tradizione religiosa e folkloristica nissena.

Spinto dagli innumerevoli consensi, il Sindaco ha aggiunto alla sua proposta, che siano restituiti le picche e gli archibugi alle maestranze per poter organizzare ronde di controllo e sicurezza sia in città che tra i poderi dell’interland.

La Real Maestranza ha subito mobilitato gli archibugieri che hanno istituito un picchetto permanente sotto palazzo del Carmine ed ogni 6 ore sparano a salve in onore del Sindaco.

Voci di corridoio (seppur ancora infondate) suggeriscono che i Gran Cerimonieri si apprestino a conferire al Sindaco l’investitura a vita di Re Delle Due Sicilie.

 

foto: Diego Avanzato

The following two tabs change content below.
Darth Agnan

Darth Agnan

Redattore prolisso
Specializzato in Progetti Comunitari, Affari Generali, Lavori Pubblici, Urbanistica, Territorio, Sviluppo Economico, Polizia Municipale, Affari Sociali, Affari Finanziari, Affari Demografici e Affari del Personale. Si diletta con la stesura di rubriche di nicchia e distruzioni planetarie.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *