Riccone nisseno vive come se ci fosse ancora la Lira e paga un caffè con un assegno da 1936,27€

Stamane, nel bar che frequenta giornalmente, un notissimo imprenditore nisseno ha messo in atto una polemica sul rialzo del costo del caffè: “Non è per il prezzo in sè, è per il principio! Alla fine stiamo parlando di qualche centilitro d’acqua filtrata che al gestore costa si e no 1 centesimo e se la fa pagare 100 volte tanto!” ha dichiarato ai nostri microfoni.

Con un gesto di stizza, esclamando “DA QUANDO C’È L’EURO SIETE IMPAZZITI TUTTI!!” dopo aver tirato fuori dalla giacca il carnet degli assegni, pare abbia cominciato ad armeggiare con il convertitore lira/euro che porta sempre con se, e successivamente staccato un titolo non trasferibile di 1936,27€ al barista.

Ancora da capire se il suo sia stato un gesto simbolico di protesta o un grave errore di calcolo, in ogni caso il gestore del bar pare abbia deciso di utilizzare tutta la somma eccedente ricevuta per acquistare dei giocattoli da donare ai propri figli per Natale.

The following two tabs change content below.
Darth Agnan

Darth Agnan

Redattore prolisso
Specializzato in Progetti Comunitari, Affari Generali, Lavori Pubblici, Urbanistica, Territorio, Sviluppo Economico, Polizia Municipale, Affari Sociali, Affari Finanziari, Affari Demografici e Affari del Personale. Si diletta con la stesura di rubriche di nicchia e distruzioni planetarie.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *